La provincia autonoma dell'Alto Adige
di Luis Durnwalder, presidente della giunta provinciale

Il Sudtirolo è sempre stato un ponte fra il nord ed il sud, un importante mediatore fra le due diverse aree culturali e commerciali. Divenne paese di confine dopo la prima guerra mondiale, quando dopo plurisecolare appartenenza all'Austria il Tirolo fu diviso in due parti. Dopo l'oppressione dei gruppi linguistici tedeseo e ladino durante il fascismo, alla regione a sud del Brennero fu concesso un trattamenta speciale con l'accordo di Parigi del 1946, la cui piena realizzazione avvenne appena con la promulgazione del nuovo statuto di autonomia del 1972.

Modello in Europa

La nuova autonomia assicura eon appropriate misure di tutela la sopravvivenza etnica dei gruppi linguistici tedesco e ladino (68 % e 4,50 % della popolazione) e viene considerata un modello esemplare a livello europeo. Grazie alle accresciute competenze della provincia tutti i tre gruppi, anche quello italiano (27,50 % della popolazione), traggono benefjci dagli effetti dell'autonomia nell'ambito economico, sociale e cuIturale. In seguito al processo di integrazione europea e sopratutto all'entrata in vigore dell'accordo di Schengen i confini statali diventeranno sempre meno percepibili, facilitando grandemente la formazione di una regione europea, già avviata dall'attuale collaborazione internazionale.
Su una superficie totale di 7400 chilometri quadrati risiedono in provincia di Bolzano 454.330 abitanti (situazione aI 31.12.1997).
Lo sviluppo economico e da sempre determinato dalle ricchezze naturali del paese; la frutta ed i
vini del Sudtirolo sono particolarmente pregiati; il turismo, con quasi 26 milioni annui di pernottamenti in 213,000 letti per ospiti, è un altro pilastro portante dell'economia, che si orienta sempre piu verso la qualital.
L´artigianato sudtirolese è ricco di tradizione e procura affari d'oro;
nel settore dei servizi e nell'industria il paese e agevolato dalla posizione favorevole fra i grossi centri economici a nord ed a sud delle Alpi.

Tutela dell'ambiente

La massima preoccupazione del governo provinciale di Bolzano è quella di conservare lo spazio vitale degli abitanti nella sua bellezza originaria, Un terzo della superficie del Sudtirolo e sottoposto specificatamente a tutela dell'ambiente naturale. I contadini sudtirolesi si sentono legati alla loro terra come in nessun'altra regione alpina e quindi sono i migliori valorizzatori del paesaggio.
In complesso la provincia può fare assegnamento su una buona situazione economica; la disoccupazione è trascurabile, Un problema per il futura è la sempre crescente congestione del traffico, specialmente riguardo ai trasporti su strada in transito attraverso il Brennero. Nostro compito è quello di garantire a lungo termine l'attuale diffusa alta qualità della vita, che va a vantaggio tanto dei residenti quanto degli ospiti.

indietro

 Andreas Strauß - Maurlechen Antratt 6 - 39030 Lutago - Italia   tel. 3491740439 P.iva 02193030217   app.ahrntal@dnet.it